Telemedicina in farmacia: report 2019 – 2021

Sono stati pubblicati i risultati dell’attività di telemedicina realizzata dalle farmacie nel triennio 2019-2021 (Italpress 24.02.2022) in collaborazione tra Promofarma (società informatica che fa capo a Federfarma) e HTN (Health Telematic Network).

Hanno aderito  6.500 farmacie e negli ultimi 7 anni, ed hanno  erogato oltre 700.000 prestazioni.

Tra queste, solo nel 2021 sono state erogate 250.946 prestazioni, con un trend in aumento del 79% rispetto al 2020 di cui sono state erogate 140.370.

Le prestazioni di telemedicina erogate  nel 2021, con  refertazioni in remoto, sono state:

  • 159.322 elettrocardiogrammi
  • 56.117 monitoraggi Holter cardiaci
  • 35.507 monitoraggi della pressione arteriosa nelle 24h

Dagli esami refertati sono state evidenziate che

  • 12.226 pazienti che hanno eseguito un  ECG, elettrocardiogramma, sono stati indirizzati a consultare e rivolgersi al proprio medico curante per ulteriori necessarie valutazioni.

La tipologia degli assistiti che si sono sottoposti all’ECG in farmacia con modalità di telemedicina sono stati eseguiti per controlli di prevenzione primaria in soggetti a rischio, quali:  diabetici, ipertesi, dislipidemici, cardiopatici; mentre, i controlli di prevenzione secondaria, sono stati effettuati a seguito di  eventi patologici, per controlli di routine e per screening in soggetti sani.

  • 7.787 pazienti ,  sottoposti a Holter ECG  sono stati indirizzati a contattare il medico curante per aritmie maggiori:  fibrillazione atriale, aritmie ventricolari minacciose, blocchi atrio-ventricolari avanzati.

Di cui, in 800 pazienti,  sottoposti a Holter ECG,   sono state rilevate sindromi giudicate serie, con conseguente segnalazione e invito di recarsi in Pronto Soccorso o a visita specialistica urgentemente.

L e richieste di  monitoraggio con Holter delle aritmie cardiache sono stati eseguiti in seguito ad  episodi inspiegabili, prolungati con e/o frequenti di cardiopalmo, palpitazioni, identificazione di episodi di fibrillazione atriale parossistica, valutazione del mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale, valutazione dell’efficacia della terapia antiaritmica, valutazione della funzione di pacemaker, sincopi o pre-sincopi. Infine, 13.248 persone sono state invitate a contattare il proprio medico curante per ulteriori approfondimenti diagnostici, in seguito al riscontro di un trend pressorio anormale nelle 24 ore.

Contribuire alla ricerca scientifica La rete nazionale delle farmacie coinvolte in questo progetto garantisce al cittadino prestazioni sanitarie di telemedicina in tempo reale e uniformità di raccolta dei dati sanitari, di dotazione di apparecchiature elettromedicali di tipo ospedaliero, di erogazione delle prestazioni professionali specialistiche.

I dati rilevati vengono archiviati digitalmente in un unico database, utili per studi e valutazioni scientifiche in  collaborazione con l’Università di Brescia e l’Istituto Superiore di Sanità. Inoltre, sono sati utilizzati e di riferimento  in congressi di Società scientifiche:  SIC (Società Italiana di Cardiologia), SIT (Società Italiana di Telemedicina), ESC (European Society of Cardiology Congress 2018), AHA (American Heart Association), ACC (American College of Cardiology).

Rocco CarboneSIT Basilicata

Condividi questo articolo sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn

Una risposta

  1. Sono dati molto importanti, che indicano quanto la farmacia sia vicina al cittadino e possa attuare importanti azioni di salute pubblica. L’auspicio è quello di implementazione dell’attività della telemedicina sul territorio, salvaguardando la necessaria qualità del servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Società Italiana di Telemedicina

augura a tutti

Buon Natale

e Felice Anno Nuovo