Seguici sui social

Nel primo evento D&L NET le evoluzioni e involuzioni del diritto applicato all’informatica

ROMA – Il progresso tecnologico corre alla velocità del bit espandendo a dismisura i nostri orizzonti e le nostre possibilità. Già oggi si può investire in crypto valute, grazie alla tecnologia blockchain, possiamo comprare una casa nel metaverso, possiamo fare la spesa e andare al ristorante senza incontrare un cuoco o un cameriere e in futuro non sarà più così strano trovare in sala operatoria un robot al posto del chirurgo. Uno scenario che comporta grandi possibilità, ma anche dei rischi, che potrebbero essere scongiurati sia con il diffondersi della cultura digitale sia con un’accelerazione, necessaria, ma non per questo scontata, dei processi normativi chiamati a regolare l’infinito orizzonte che il progresso tecnologico ha aperto.

Blockchain, smart contract, rapporto fra IoT, robotica e privacy, sistemi di intelligenza artificiale, ma anche lo stato dell’arte e degli scenari futuri di archivi digitali. Sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati venerdì 11 febbraio durante il primo evento targato D&L NET, il network professionale, fondato e coordinato dall’avvocato Andrea Lisi, che a oggi conta più di 50 professionisti.

IL LINK DELL’EVENTO: https://www.facebook.com/events/2504622626335941/?ref=newsfeed

IL PROGRAMMA

Un evento che sarà organizzato in quattro sessioni, due la mattina e due il pomeriggio, in cui i componenti del network, insieme a docenti universitari ed esperti del settore, che si confronteranno sulle evoluzioni e involuzioni del diritto applicato all’informatica.

Il programma sarà introdotto, dalle 9 alle 9.45, dall’avvocato Andrea Lisi, che poi sarà il moderatore della prima sessione, dalle 9.45 alle 11.05, dal titolo ‘Cosa rimane della memoria digitale’: si parlerà di come si è evoluta e, in alcuni casi, involuta la tutela e la conservazione della memoria digitale. I relatori analizzeranno i formati richiesti per la conservazione della memoria digitale, si confronteranno sul nodo della verifica delle fonti e sulla mancata tutela del diritto d’autore due elementi chiave per la proliferazione delle fake news. Nella seconda sessione, dalle 11.30 alle 13, dal titolo ‘Frontiere dell’IA’ i relatori discuteranno sui benefici, ma anche sui rischi dell’intelligenza artificiale con un focus particolare sulla sicurezza informatica e sulla profilazione.

‘I nuovi scenari della blockchain e degli smart contract’ è il titolo della prima sessione pomeridiana, in programma dalle 15 alle 16.30, in cui si tratterà del sistema blockchain e del contesto normativo in cui dovranno essere inseriti i ‘contratti intelligenti’. La giornata si chiuderà con la sessione ‘IOT robotica e privacy’, dalle 16.45 alle 18, in cui gli esperti si soffermeranno sulle responsabilità e i ruoli di coloro che opereranno nel metaverso e di coloro che dovranno lavorare fianco a fianco con i robot dotati di una loro intelligenza. In questo ultimo panel ci sarà spazio anche per riflettere sugli impatti e i rischi non solo a livello della privacy, ma anche a livello di implicazioni soprattutto in ambito sanitario.

L’evento è patrocinato da: AICA, Anorc, CDTI Roma, CGT, CNA Professioni, CoLAP, Galileo, Privacy Italia, Protech, SIT, SOS Archivi, Themis. Sarà possibile seguire la diretta sui canali social Fb e Youtube di Digital & Law e la registrazione sarà successivamente disponibile anche su DIGEAT+ (www.digeat.it).

IL PROGRAMMA DELL’EVENTO QUI

Fonte «Agenzia DiRE» 

Condividi questo articolo sui social

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *