Telemedicina: un’ analisi della situazione attuale e dei potenziali sviluppi

La telemedicina è entrata a far parte del lessico comune dai primi mesi della pandemia. Il suo potenziale è enorme e certamente non riconducibile soltanto a servizi come le ricette dematerializzate o la televisita. Per il suo pieno dispiegamento, tuttavia, occorrono governance, risorse e un radicale cambiamento culturale e organizzativo.

Il Prof. Antonio Gaddi, Presidente di SIT e il Dott. Francesco Gabbrielli, direttore del Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali dell’Istituto Superiore di Sanità ne parlano in questo articolo del giornale Tecnica Ospedaliera, pubblicato nel mese di febbraio, che vi invitiamo a leggere.

Buona lettura!

Condividi questo articolo sui social

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La Società Italiana di Telemedicina

augura a tutti

Buon Natale

e Felice Anno Nuovo