Linee guida nazionali per la TeleNeurofisiologia Clinica

            La moderna Neurofisiologia Clinica utilizza per la registrazione, l’elaborazione e la valutazione dei segnali bioelettrici corticali, midollari, nervosi periferici e muscolari, sistemi computerizzati. I computer possono essere collegati per mezzo di reti LAN (Local Area Network) e Wi-Fi (Wireless Fidelity), sia a reti locali sia ad internet (Interconnected Networks). Ciò consente non solo la trasmissione dei dati bioelettrici raccolti a distanza, ma anche l’interazione ed il controllo dei computer elettromedicali, da postazione remota: la “Telemedicina”. Il vantaggio che la Telemedicina offre alla Neurofisiologia Clinica è l’accrescimento della qualità delle decisioni del medico e del personale tecnico di Neurofisiopatologia mettendo a loro disposizione, in modo semplice e veloce, le informazioni esistenti relative al paziente.

            La Telemedicina estende il concetto di lavoro sul terminale offrendo la possibilità agli operatori sanitari di espletare il consulto medico, il monitoraggio dei pazienti e la refertazione degli esami da Pc, o Tablet, o smartphone, anche al di fuori della struttura ospedaliera. Scopo delle presenti linee di indirizzo è quello di dare precise indicazioni, ai Neurofisiologi clinici ed ai Tecnici di Neurofisiopatologia, per l’utilizzo della Telemedicina nel pieno rispetto delle normative vigenti, anche alla luce delle recenti norme Europee in materia di tutela dei dati personali entrate in vigore nel Maggio 2018. Queste linee di indirizzo costituiscono la base per l’elaborazione delle linee guida nazionali per la Teleneurofisiologia Clinica. Le future linee guida verranno definite per mezzo di una “consensus conference” specifica, intersocietaria. Il testo finale così ottenuto sarà quindi presentato al Ministero della Salute per la creazione delle definitive Linee Guida Nazionali.

            Tali Linee Guida potranno poi essere condivise con altre Società Scientifiche affini le quali, utilizzando le metodiche neurofisiologiche, a scopi clinici e di ricerca, in rapporto alla propria disciplina, saranno avvantaggiati dalla possibilità di impiego della Telemedicina (SIN, SINP, SIN Neonatologia, LICE, AITN ….). Un caro ringraziamento va non solo a chi ha collaborato alla stesura di questo documento intersocietario, ma anche a tutti coloro, medici, tecnici di neurofisiopatologia, avvocati, ingegneri…. che nel corso degli anni hanno consentito l’impiego della Telemedicina nella Neurofisiologia clinica, nonostante tutte le difficoltà tecniche ed amministrative incontrate.